Il programma ufficiale della 79° Mostra del Cinema di Venezia
Il programma ufficiale della 79° Mostra del Cinema di Venezia

Il programma ufficiale della 79° Mostra del Cinema di Venezia

Il programma ufficiale della 79° Mostra del Cinema di Venezia

Sul sito ufficiale della Biennale è stata finalmente presentata la selezione di film in concorso alla 79° Mostra del Cinema di Venezia, in programma dal 31 Agosto al 10 Settembre 2022, sotto la direzione del Presidente Roberto Cicutto e del direttore artistico Alberto Barbera che hanno raccontato le novità di questa edizione, riepilogate anche sul sito ufficiale della rassegna. Quest’anno sono cinque i titoli italiani in concorso, tra cui spicca il nome di Luca Guadagnino che torna dopo Suspiria del 2018, e un passaggio nella sezione Fuori Concorso, ma anche stavolta sceglie un cast completamente americano. Il film d’apertura sarà White Noise di Noah Baumbach con Adam Driver e Greta Gerwig, grande ritorno al Lido è quello di Alejandro Inarritu. Tra i film in concorso figurano anche due titoli iraniani di cui uno, Khers Nist (No bears) di Jafar Panahi, girato clandestinamente dal regista, ormai da anni perseguitato dal regime. Per quanto riguarda, invece, le altre sezioni della kermesse, Fuori Concorso troviamo Siccità, film di Paolo Virzì con un cast ricco di grandi nomi del cinema italiano da Silvio Orlando a Vinicio Marchioni, Claudia Pandolfi ed Emanuela Fanelli; ma anche titoli attesissimi come Don’t Worry Darling di Olivia Wilde con protagonista Harry Styles. Mentre nella sezione Orizzonti compare anche il film Ti mangio il cuore di Pippo Mezzapesa che vede Elodie alla sua prima volta in veste di attrice.

Film in Concorso a Venezia 79

Sono 23 i film che si contenderanno la vittoria dell’ambito Leone d’Oro in questa 79° edizione della Mostra del Cinema di Venezia, di cui ben cinque sono italiani, con l’atteso ritorno di Luca Guadagnino che ha chiamato a raccolta un folto cast di attori americani per il suo Bones and All, in cui spicca il nome di Timothée Chalamet.


IL SIGNORE DELLE FORMICHE (2022)

regia di Gianni Amelio


con Luigi Lo Cascio, Elio Germano, Leonardo Maltese, Sara Serraiocco (Italia / 134’)


THE WHALE (2022)

regia di Darren Aronofsky


con Brendan Fraser, Sadie Sink, Hong Chau, Samantha Morton, Ty Simpkins (Usa / 117’)


WHITE NOISE (2022)

regia di Noah Baumbach


con Adam Driver, Greta Gerwig, Don Cheadle, Raffey Cassidy, Sam Nivola, May Nivola, Jodie Turner-Smith, André L. Benjamin e Lars Eidinger (Usa / 136’)


L’IMMENSITÀ (2022)

regia di Emanuele Crialese


con Penélope Cruz, Luana Giuliani, Vincenzo Amato, Patrizio Francioni (Italia, Francia / 97’)


SAINT OMER (2022)

regia di Alice Diop


con Kayije Kagame, Guslagie Malanda, Valérie Dréville, Aurélia Petit (Francia / 122’)


BLONDE (2022)

regia di Andrew Dominik


con Ana de Armas, Adrien Brody, Bobby Cannavale, Xavier Samuel, Julianne Nicholson, Lily Fisher (Usa / 165’)


TÁR (2022)

regia di Todd Field


con Cate Blanchett, Noémie Merlant, Nina Hoss, Sophie Kauer, Julian Glover, Allan Corduner, Mark Strong (Usa / 158’)


LOVE LIFE (2022)

regia di Kôji Fukada


con Fumino Kimura, Kento Nagayama, Atom Sunada (Giappone, Francia / 123’)


BARDO, FALSA CRÓNICA DE UNAS CUANTAS VERDADES (2022)

regia di Alejandro G. Iñárritu


con Daniel Giménez Cacho, Griselda Siciliani, Ximena Lamadrid, Iker Sanchez Solano, Andrés Almeida, Francisco Rubio (Messico)


ATHENA (2022)

regia di Romain Gavras


con Dali Benssalah, Sami Slimane, Anthony Bajon, Ouassini Embarek, Alexis Manenti (Francia / 97’)


BONES AND ALL (2022)

regia di Luca Guadagnino


con Taylor Russell, Timothée Chalamet, Mark Rylance, André Holland, Chloë Sevigny, Jessica Harper, David Gordon Green, Michael Stuhlbarg, Jake Horowitz (Usa / 130’)


THE ETERNAL DAUGHTER (2022)

regia di Joanna Hogg


con Tilda Swinton, Joseph Mydell, Carly-Sophia Davies (Regno Unito, Usa / 96’)


SHAB, DAKHELI, DIVAR (OLTRE IL MURO) (2022)

regia di Vahid Jalilvand


con Navid Mohammadzadeh, Diana Habibi, Amir Aghaee (Iran / 126’)


THE BANSHEES OF INISHERIN (2022)

regia di Martin McDonagh


con Colin Farrell, Brendan Gleeson, Kerry Condon, Barry Keoghan (Irlanda, Regno Unito, Usa / 109’)


ARGENTINA, 1985 (2022)

regia di Santiago Mitre


con Ricardo Darín, Peter Lanzani, Alejandra Flechner, Norman Briski (Argentina, Usa / 140’)


CHIARA (2022)

regia di Susanna Nicchiarelli


con Margherita Mazzucco, Andrea Carpenzano, Carlotta Natoli, Paola Tiziana Cruciani, Luigi Lo Cascio (Italia, Belgio / 106’)


MONICA (2022)

regia di Andrea Pallaoro


con Trace Lysette, Patricia Clarkson, Adriana Barraza, Emily Browning, Joshua Close (Usa, Italia / 106’)


KHERS NIST (GLI ORSI NON ESISTONO) (2022)

regia di Jafar Panahi


con Jafar Panahi, Naser Hashemi, Vahid Mobaseri, Bakhtiar Panjeei, Mina Kavani, Reza Heydari (Iran / 106’)


ALL THE BEAUTY AND THE BLOODSHED (2022)

regia di Laura Poitras


(Usa / 113’)


UN COUPLE (2022)

regia Frederick Wiseman


con Nathalie Boutefeu (Francia, Usa / 63’)


THE SON (2022)

regia di Florian Zeller


con Hugh Jackman, Laura Dern, Vanessa Kirby, Zen McGrath, Anthony Hopkins, Hugh Quarshie (Regno Unito / 123’)


LES MIENS (2022)

regia di Roschdy Zem


con Sami Bouajila, Roschdy Zem, Meriem Serbah, Maïwenn, Rachid Bouchareb, Abel Jafrei, Nina Zem (Francia / 85’)


LES ENFANTS DES AUTRES (2022)

regia di Rebecca Zlotowski


con Virginie Efira, Roschdy Zem, Chiara Mastroianni, Callie Ferreira (Francia / 104’)


Come di consueto sono stati presentati anche i film selezionati per le altre sezioni del Festival, ovvero Fuori Concorso e Orizzonti le cui giurie sono differenti da quella che assegnerà i premi principali della kermesse. Non mancheranno i documentari, come quello di Oliver Stone Nuclear, ma anche Gli ultimi giorni dell’umanità di Enrico Ghezzi e Alessandro Gagliardo.


Fuori concorso

Freedom on Fire: Ukraine’s Fight for Freedom
regia di Evgeny Afineevsky (Usa / 118’)
The Matchmaker
regia di Benedetta Argentieri (Italia / 90’)
Gli ultimi giorni dell’umanità
regia di Enrico Ghezzi e Alessandro Gagliardo (Italia / 200’)
A Compassionate Spy
regia di Steve James (Usa / 101’)
Music for Black Pigeons
regia di Jørgen Leth e Andreas Koefoed (Danimarca / 90’)
The Kiev Trial
regia di Sergei Loznitsa (Paesi Bassi, Ucraina / 106’)
In viaggio
regia di Gianfranco Rosi (Italia / 80’)
Bobi Wine Ghetto President
regia di Christopher Sharp e Moses Bwayo (Uganda, Regno Unito, Usa / 121’)
Nuclear
regia di Oliver Stone (Usa / 119’)


Fuori concorso – Fiction

Riget Exodus (The Kingdom Exodus)
regia di Lars von Trier – serie
con Bodil Jørgensen, Mikael Persbrandt, Tuva Novotny, Lars Mikkelsen, Nikolaj Lie Kaas, Nicolas Bro, Alexander Skarsgård (Danimarca / 291’)
Copenhagen Cowboy
regia di Nicolas Winding Refn – serie
con Angela Bundalovic, Andreas Lykke Jorgensen, Li li Zhang, Zlatko Buric, Ramadan Huseini, Dragana Milutinovic (Danimarca / 292’)
The Hanging Sun
regia di Francesco Carrozzini
con Alessandro Borghi, Jessica Brown Findlay, Sam Spruell, Frederick Schmidt, Raphael Vicas, Peter Mullan, Charles Dance (Italia, Regno Unito / 93’)
Kapag wala nang mga alon (When the Waves Are Gone)
regia di Lav Diaz
con John Lloyd Cruz, Ronnie Lazaro, Shamaine Centenera-Buencamino, Dms Boongaling (Filippine, Francia, Portogallo, Danimarca / 187’)
Living
regia di Oliver Hermanus
con Bill Nighy, Aimee Lou Wood, Alex Sharp, Tom Burke (Regno Unito / 102’)
Dead for a Dollar
regia di Walter Hill
con Christoph Waltz, Willem Dafoe, Rachel Brosnahan, Warren Burke, Benjamin Bratt (Usa, Canada / 114’)
Kõne taevast (Call of God)
regia di Kim Ki-duk
con Zhanel Sergazina, Abylai Maratov (Estonia, Kirghizistan, Lettonia / 81’)
Dreamin’ Wild
regia di Bill Pohlad
con Casey Affleck, Noah Jupe, Zooey Deschanel, Chris Messina, Jack Dylan Grazer, Walton Goggins, Beau Bridges (Usa / 110’)
Master Gardener
regia di Paul Schrader
con Joel Edgerton, Sigourney Weaver, Quintessa Swindell (Usa / 107’)
Siccità
regia di Paolo Virzì
con Claudia Pandolfi, Silvio Orlando, Valerio Mastandrea, Sara Serraiocco, Elena Lietti, Gabriel Montesi, Tommaso Ragno, Max Tortora, Monica Bellucci, Diego Ribon, Vinicio Marchioni, Emanuela Fanelli (Italia)
Pearl
regia di Ti West
con Mia Goth, David Corenswet, Tandi Wright, Matthew Sunderland, Emma Jenkins-Purro (Usa / 102’)
Don’t Worry Darling
regia di Olivia Wilde
con Florence Pugh, Harry Styles, Chris Pine, Olivia Wilde, KiKi Layne, Gemma Chan (Usa / 122’)


Orizzonti – Concorso

Princess regia di Roberto De Paolis
Obet’ (Victim) regia di Michal Blaško
En los márgines regia di Juan Diego Botto
Trenque Lauquen regia di Laura Citarella
Vera regia di Tizza Covi e Rainer Frimmel
Innocence regia di Guy Davidi
Blanquita regia di Fernando Guzzoni
Pour la France regia di Rachid Hami
Aru otoko (A Man) regia di Kei Ishikawa
Chleb i sol (Bread and Salt) regia di Damian Kocur
Luxembourg, Luxembourg regia di Antonio Lukich
Ti mangio il cuore regia di Pippo Mezzapesa
Spre Nord (To the North) regia di Mihai Mincan
Autobiography regia di Makbul Mubarak
La syndicaliste regia di Jean-Paul Salomé
Jang-e jahani sevom (World War III) regia di Houman Seyedi
Najsreḱinot čovek na svetot (The Happiest Man in the World) regia di Teona Strugar Mitevska
A noiva regia di Sérgio Tréfaut


Orizzonti – Extra

L’origine du mal regia di Sébastian Marnier
Hanging Gardens regia di Ahmed Yassin Al Daradj
Amanda regia di Carolina Cavalli
Zapatos rojos regia di Carlos Eichelmann Kaiser
Nezouh regia di Soudade Kaadan
Notte fantasma regia di Fulvio Risuleo
Bi roya (Without Her) regia di Arian Vazirdaftari
Valeria mithatenet (Valeria Is Getting Married) regia di Michal Vinik
Goliath regia di Adilkhan Yerzhanov